Lookalike Audiences: un nuovo modo per raggiungere i consumatori potenziali!

Lookalike Audiences: un nuovo modo per raggiungere i consumatori potenziali!

Tempo di novità per Facebook che, dopo l’annuncio del nuovo News Feed, sta cercando di realizzare il sogno di ogni marketer: “far arrivare il messaggio giusto alle persone giuste”.

Pochi istanti fa, il social network di Menlo Park, ha infatti annunciato il lancio di una nuova funzionalità denominata “lookalike audience“: uno strumento avanzato di targeting per aiutare i pubblicitari a raggiungere nuovi consumatori in modo così da accrescere il business dei clienti.

Solo lo scorso autunno Facebook, attraverso l’opzione “pubblico personalizzato“, aveva reso possibile focalizzare, in modo esclusivo, le inserzioni pubblicitarie ad uno specifico segmento di target a partire da un database di email/id/numeri di cellulare già in proprio possesso.

La personalizzazione del pubblico consente agli inserzionisti di trovare destinatari offline tra gli utenti di Facebook. Utilizzando indirizzi e-mail, numeri di telefono o ID utente di Facebook come criteri di confronto, ora è possibile individuare le persone a cui desideri rivolgerti, in gruppi di destinatari personalizzati definiti in base a informazioni che già conosci.

Ciò significa che, oltre a definire come destinatari i tipi di persone che desideri raggiungere fra la popolazione di Facebook, ora puoi anche raggiungere segmenti di persone specifiche in base alle informazioni che possiedi sui tuoi gruppi di destinatari offline.

 

Se un’impresa possiede dunque un database profilato dei propri clienti, per il lancio di un nuovo prodotto può ad esempio decidere di rivolgersi a quegli utenti che in passato hanno acquistato un prodotto affine.

Ora con Lookalike Audience, usando caratteristiche come gli interessi e la demografia degli utenti, Facebook sarà automaticamente in grado di mostrare le inserzioni pubblicitarie (qualsiasi formato) a quelle persone che condividono caratteristiche comuni ai consumatori di cui già possediamo i dati, in modo da raggiungere nuovi potenziali consumatori.

Un esempio banale per capire fino in fondo. Se fossi il proprietario di una pizzeria torinese a domicilio e possedessi un database dei miei clienti (supponiamo che conosca il loro numero di cellulare ed il tipo di ordinazione –> la maggior parte ad esempio ordina birra) potrò non solo contattarli su Facebook (opzione pubblico personalizzato) ma anche ricercare altri nuovi consumatori con caratteristiche simili (ad esempio persone che vivono nella stessa città a cui piace la birra).

Questo tipo di campagna estremamente mirata, di certo più congeniale per campagne di direct response, potrà consentire di ottenere ROI sempre più positivi.

[Fonte: http://www.facebook-studio.com]

Comments

comments

Filippo Civita

Rispondi